GARE/EVENTI

Gare e eventi presso la Palestra delle Scuole Medie di Novale - Via Pasubio - Valdagno VI

Novembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Elenco Eventi

Chi siamo

Le PGS o Polisportive Giovanili Salesiane nascono con il preciso scopo di sviluppare le dimensioni educative, culturali, sociali e politiche dell'attività sportiva all'interno di un articolato progetto di uomo e di società ispirato esplicitamente alla visione cristiana, al sistema preventivo di don Bosco e agli apporti della tradizione educativa salesiana, che accettano come una preziosa eredità da custodire, valorizzare e approfondire costantemente.

L'attività sportiva organizzata in proprio all'interno delle Case salesiane inizia nei primi anni '60 e risulta subito chiaro come essa potrà avere prospettiva e futuro quale modalità importante di aggregazione giovanile. Nel 1967 viene costituita giuridicamente la PGS a livello nazionale.

Nel 1978 durante la 2^ Assemblea Nazionale PGS viene approvato il primo statuto PGS

Il 22 febbraio 1979 a Roma avviene il riconoscimento delle PGS da parte del C.O.N.I. quale Ente di Promozione Sportiva con delibera 117 ai sensi dell'art. 31 del .DP.R. 530/74.

Il 22 febbraio e il 17 ottobre 1984 viene conferito dal Ministero degli Interni il riconoscimento delle PGS quali Enti a carattere assistenziale.

Nel 1989, dall'11 al 19 agosto, si tiene a Barcellona il primo Campo Scuola Europeo PGS; vi partecipano Austria, Francia, Italia, Polonia e Spagna.

Nel 1990 si costituisce il Comitato Europeo Associazionismo Sportivo salesiano e si tengono i Giochi Europei della gioventù salesiana a Malta dal 16 al 20 Aprile a cui partecipano 714 giovani provenienti da 10 paesi europei e nordafricani.

Nel 1997/98, in osservanza del D.Lgs del 04.12.1997 che regolamenta l'associazionismo in Italia, la PGS si qualifica come "Associazione senza scopo di lucro", e così di conseguenza tutte le Associazioni PGS periferiche affiliate.

Le PGS quindi operano con i giovani e per i giovani attraverso lo sport trasmettendo i contenuti centrali del pensiero di don Bosco: il primato di Dio, il rispetto della persona e della vita, il valore della corporeità, il senso della festa, la gioia di stare insieme, la riscoperta del cortile come luogo educativo in cui si cresce nell'amicizia, l'apertura verso il territorio, i diversi e i lontani, l'accoglienza come atteggiamento di fondo, la spontaneità e la vita di gruppo.